Articoli Un protocollo d’esercizi per una corretta impugnatura che favorisca una buona visione e l’uso del corsivo Testo e foto di Giorgio Bollani Ottico Optometrista e consulente scolastico. Un punto importante per il mantenimento di un equilibrato comportamento durante lo studio, è il ripristino di una corretta impugnatura della penna-matita, che non vada a nascondere ciò che si scrive, obbligando le persone a posizioni troppo ravvicinate e inclinate, con rotazioni anche di 90° del quaderno per riuscire a vedere ciò che stanno scrivendo. Inoltre è sempre più frequente la scelta di molti alunni di scrivere in stampatello, preferendolo al proprio corsivo che troppo spesso li penalizza nei giudizi finali dei propri insegnanti. E' quindi molto importante educare i bambini sin dalla scuola materna ad una corretta impugnatura, sia per prevenire gli atteggiamenti posturali scorretti, sia per maturare nel tempo un proprio stile di scrittura in corsivo, chiara espressione di autostima e di una propria personalità. Riassunto degli argomenti trattati in quest'articolo: L'importanza di recuperare una corretta impugnatura per favorire la visione e l'uso del corsivo. Recupero della flessibilità delle dita della mano.  Ricerca della massima distensione e flessione delle dita. Coordinazione delle tre dita nella presa di una perlina. Raggiungimento di una presa corretta della matita-penna:triangolo isoscele -triangolo equilatero.  L'utilizzo della massima compressione per raggiungere la massima distensione.  Localizzazione propriocettiva della matita-penna nell’incavo pollice-indice.   Un cerchio e una spirale per recuperare una fluida coordinazione occhio-mano.  Ricerca dell'automatizzazione attraverso la ripetizione controllata.  Conclusioni Gli esercizi che seguono sono solo una proposta, comprovata dallo studio del responsabile della P.E.A.V. su circa 200 bambini tra i 5 e i 16 anni. Per ulteriori approfondimenti contattare: info@otticabollani.it P.E.A.V. Proteggi Educa Allena la tua Visione
Contatore visite gratuito